Home page  
Casella postale n.50
presso l’Ufficio Postale di
25023 Gottolengo (BS)
Numero di fax 0309951033 (per A.I.CHE.)
Indirizzo email info@assocheratocono.org
Ultimo aggiornamento il 09/09/2017 alle ore 10:03
Utilizza il controllo qui a fianco per ricercare una o più parole nei contenuti del sito...
Ricerca nel sito

Oggi Venerdi, 19 Gennaio 2018
| Chi siamo | Soci A.I.CHE. | Diventare soci | Rinnovo soci | Contattaci | Mappa sito |
Home page arrow Diagnosi del cheratocono... arrow Topografia corneale
Home page Aggiungi il sito ai tuoi Pref Map del sito Contattaci
MenuAssociazione
MenuCheratocono
Prova messaggio


Per mantenere attiva un'associazione e per fare in modo che possa crescere nel tempo ed ottenere risultati sempre più importanti, è necessario affrontare piccole spese ed investimenti.

La nostra è ancora una piccola realtà e quindi un qualsiasi contributo anche se piccolo può essere grande ed indispensabile per tutti noi !!! Leggi tutto...

Topografia corneale Scarica l'articolo in PDF
giovedì 27 ottobre 2005

La topografia corneale è l'esame d'elezione per la diagnosi e lo studio dell'evoluzione del cheratocono. La proiezione sulla cornea di anelli a diametri differenti (disco di Placido) è uno strumento efficace per lo studio della superficie corneale che viene utilizzato anche oggi, nella maggior parte dei topografi in commercio.

I dati ricavati dalla riflessione sulla cornea degli anelli vengono integrati da appositi software e algoritmi, che li trasformano in mappe colorate (topografiche) estremamente precise in grado di analizzare accuratamente (con una risoluzione di pochi micron) la forma e la regolarità della cornea. Infatti il topografo rappresenta lo strumento a nostra disposizione sia per una corretta diagnosi, sia per una valutazione dell’eventuale progressione del cheratocono.

L’esame deve essere effettuato dopo aver sospeso l’uso delle lenti a contatto per un periodo variabile (20-40 gg a secondo del tipo di lenti semirigide o morbide, della curvatura corneale, del periodo di utilizzo, etc.). Ricordatevi comunque, in sede di prenotazione della visita, di chiedere quanti giorni dovete stare senza lenti proprio perchè i vari centri possono richiedervi periodi di durata differente. 

La topografia corneale si effettua con il paziente che fissa il centro di una serie di anelli concentrici luminosi e la mappa colorimetrica (topografia), elaborata con varie formule di lettura, ci consente di valutare forma, estensione, asimmetria ed irregolarità dell’astigmatismo, alterazioni come il cheratocono, la degenerazione marginale pellucida, il cheratoglobo, il “warpage” da lenti a contatto e di studiare eventuali cicatrici e lesioni, della cornea.

Attraverso questo esame è possibile evidenziare tutte le alterazioni di riflessione della cornea e quindi cogliere le anomalie, anche le più precoci, della curvatura corneale come nei cheratoconi iniziali.

Cliccando QUI, puoi leggere qui la nostra guida

Alcuni esempi di topografie corneali:

Image Image

Image

 
Designed by Lisario & GEEO S.r.l.  Power by JOOMLA!
Le informazioni di tipo sanitario contenute in queste pagine non possono in alcun modo intendersi come riferite al singolo e sostitutive dell'atto medico; per i casi personali si invita sempre a consultare il proprio Curante.
AVVISIAMO che lo staff di assocheratocono.org non è responsabile in nessun modo degli effetti derivanti dall'uso delle informazioni contenute e/o derivate dal nostro sito.
COOKIES POLICY: Questo sito web utilizza solo cookies tecnici (di sessione o di navigazione) ed analitici, che possono essere utilizzati senza chiedere il consenso dell’utente, poiché sono strettamente necessari per la fornitura del servizio.