Alcune puntualizzazioni dal Prof. Aldo Caporossi

In merito agli articoli pubblicati relativi al cross linking con ionoforesi, ci ha scritto il Professor Aldo Caporossi puntualizzando:

  • La iontoforesi è sicuramente un metodo che accelera il tempo di penetrazione delle sostanze. Il tempo di inibizione a cui si fa riferimento nel comunicato (30 minuti) è quello del cross-linking Trans-piteliale. Il tempo necessario per la penetrazione di Riboflavina con epitelio rimosso (CXLEpi-off) è di 10-12'.
  • Il tempo di irradiazione a cui si riferimento (10') non è dipendente dall'uso della Iontoferosi bensì dall'impiego di una fonte di emissione UV tarata a valori diversi da quelli testati e validati per il trattamento di cross-linking (3mw/cm²) ad oggi.
  • Il cross-linking "senza la rimozione dell'epitelio" o transpiteliale ha dimostrato, una efficacia clinica inferiore alla procedura con rimozione dell'epitelio (Leccisotti et al), (Koppen et al) (Caporossi 2012). Questo sia per la completezza dell'informazione che per attenersi alla scientificità.

Ringraziamo il Professor Aldo Caporossi per le informazioni che ci ha fornito; per noi è fondamentale poter contare sulla collaborazione dei medici e delle unità oculistiche ogni giorno impegnate sul cheratocono.